Accedi al sito
Serve aiuto?

Lavorazioni » Divisione ILLUMINAZIONE



Rigenerazione fari
Ripristino dei fari ingialliti, opacizzati, graffiati facendoli ritornare come nuovi!
 
Senza esclusione di marchi e modelli, il fenomeno dell'opacizzazione, sembra colpire tutte le auto esposte per lungo tempo al sole, lasciate in preda agli agenti atmosferici o trattate con prodotti detergenti aggressivi. La copertura in policarbonato dei moderni fari ha spinto i Costruttori ad adottarli su tutte le auto per motivi estetici (proiettori dalle linee ricercate) e funzionali (maggiore sicurezza per i pedoni) ma la vulnerabilità del plexiglass ai raggi UV si ripresenta con altrettante note dolenti in fatto di estetica e sicurezza di guida.
 

Gran parte dei fari opacizzati, infatti, oltre a invecchiare l'auto, compromette una buona visibilità della strada se le coperture, non più perfettamente trasparenti, filtrano la luce emessa dalle lampadine. In tal caso il rischio di non superare la revisione periodica o incorrere in una sanzione è molto alto.
 

Per una ottima visuale notturna i fari in materiale plastico posso essere rigenerati tramite apposito trattamento e quindi non importa più sostituire i fari con costi decisamente onerosi. Il risultato dopo il trattamento é UGUALE all'originale, o meglio, i fari ritornano al vecchio splendore come se fossero appena usciti dal produttore.
 


Oscuramento estetico della fanaleria posteriore
Non occorre sostituire i fari posteriori per averli “fumè”
 
Per tante persone l‘auto è molto più di un mezzo di trasporto, è anche il riflesso della loro personalità. I fari posteriori scuri stanno aumentando in popolarità e sono un facile e divertente modo di personalizzare l’auto. Questa modifica estetica può essere fatta presso la nostra sede senza alcun problema.


Da segnalare che, oscurare i fari artigianalmente in Italia, non possiamo essere in regola con il codice della strada. Infatti alterando le caratteristiche originarie del faro si commette un atto illecito e punibile. Il tutto a discrezione di chi effettuerà il controllo compreso quello della revisione.
 


Installazione “luci diurne”
Luci diurne e m’illumino di giorno
 
Dal 2003, in Italia vige l'obbligo di accendere gli anabbaglianti sulle autostrade e sulle strade extraurbane. Tale prescrizione è spesso disattesa, e non solo per dimenticanza. In molti lamentano il maggior consumo di combustibile che deriva dall'uso dei fari, la maggior mortalità delle lampade (spesso difficili e costose da sostituire) e la peggior visibilità di certe strumentazioni e display, la cui retroilluminazione s'attenua all'accensione delle luci. Tali problemi non si verificano sulle vetture dotate di luci diurne, speciali fonti luminose ottimizzate per farsi vedere di giorno (e non per illuminare di notte), che s'attivano automaticamente quando s'inserisce il contatto, hanno basso assorbimento di corrente e lunga durata.


Aftermarket. Da tempo, anche chi possiede un'auto sprovvista di luci diurne può installarle successivamente. Esistono diversi kit, omologati secondo il regolamento ECE R87, proposti da diversi produttori, come Hella, Philips, Osram. Tali kit comprendono la coppia di luci, la centralina di comando e il cablaggio, più eventuali supporti e accessori per il fissaggio. Il collegamento elettrico è semplice, nel caso delle luci a led ci sono solo tre fili: il positivo sotto chiave, quello di collegamento all'alimentazione delle luci di posizione e la massa. Le luci vanno posizionate rispettando alcune quote fissate per legge, ma si possono adattare a ogni vettura.


Basso consumo. Le luci diurne aftermarket possono essere dotate di lampade a incandescenza (da 16 o 21 watt) oppure a led. In tal caso, l'assorbimento di corrente si riduce ulteriormente, limitando drasticamente il consumo di combustibile. Uno studio tedesco ha calcolato in circa 0,2 litri per 100 km l'extraconsumo medio di benzina necessario per utilizzare gli anabbaglianti di giorno (0,14 l/100 km sulle diesel); con le luci diurne a led tali valori si riducono del 90%, mentre con quelle con lampade a incandescenza l'aumento di consumo si riduce del 75%.


Eterne o quasi. I kit in commercio soddisfano molte esigenze: forme e dimensioni sono molteplici, e un Costruttore propone addirittura luci composte da più bulbi singoli (da cinque a otto per lato) che possono essere montare in modo flessibile. La durata delle luci diurne aftermarket è molto elevata: da 1.000 a 3.200 ore quelle con lampade a incandescenza, 10.000 ore quelle a led (come dire che durano quanto la vettura).
 


Trasformazione di qualsiasi fanale a "luce alogena" in "luce xenon" e “Bixenon”
Attenzione: non omologabile se non sono presenti alcuni requisiti
 
Sempre più spesso ci troviamo di fronte clienti che ci chiedono di sostituire i fari alogeni di serie della propria vettura con quelli allo “Xenon”. Vogliamo quindi fare luce sulla questione "Xenon" mettendo a confronto queste due realtà, ma possiamo senz'altro dire che i classici fari alogeni hanno fatto il loro tempo.


I fari allo Xenon sono una tecnologia relativamente giovane, i primi proiettori risalgono agli anni '90 e prendono il nome dal gas in essi contenuto: lo xenon. Senza dubbio il passaggio dai fari alogeni agli xenon ha dato vita ad una vera rivoluzione nel mondo dell'auto.


Attualmente questa tipologia di illuminazione vieni installata o prevista come optional su quasi tutte le auto, prestigiose e non. La luce da essi prodotta è bianco puro, per questo si amplia notevolmente la visibilità aumentando anche la sicurezza durante la guida notturna. Per il loro funzionamento i fari allo xenon necessitano di una quantità di energia elevata soprattutto in fase di avvio, e per legge non devono superare una "temperatura luminosa" di 6.000 K (luce bianca).
 

Vantaggi dello Xenon:
  • Durata di oltre 2.000 ore
  • "Luce bianca"
  • Miglior visibilità 
  • Maggior sicurezza alla guida
  • Design
  • Possibilità di implementare il vecchio sistema alogeno con fari allo xenon

 
 

fari allo xeno sono legali?
Lo sono solo quelli omologati e che hanno, quindi, una “temperatura della luce” inferiore ai 6.000 Kelvin.
Per legge un kit di fari xenon deve essere caratterizzato da:
  • una “temperatura luminosa” inferiore ai 6000 Kelvin
  •  un tergifari o spruzzafari
  • un sistema di autolivellamento dei fari 
  • un circuito elevatore di tensione che consente l’alimentazione della lampada a 1.300 V a partire dai 12 della batteria auto
  • devono essere omologati per la vettura che li monta, infatti, fari allo xeno omologati per la vettura X non necessariamente sono adatti al modello Y.

 

In assenza dei suddetti requisiti la loro installazione in aftermarket risulterà fuorilegge.
 


Trasformazione di qualsiasi fanale a "luce alogena" in "luce a led”
L’ultima frontiera per l’illuminazione in ambito Automotive
 
Il LED, acronimo di Light Emitting Diode, è l'ultima frontiera in fatto di illuminazione per auto, questa nuova tecnologia reinventa completamente lo stile del proiettore dando un nuovo volto alle vetture. L'utilizzo del LED avviene inizialmente nei i fari anteriori con le luci di posizione diurne, estendendosi progressivamente alle luci interne dell'abitacolo, posteriori e della targa grazie alla loro efficienza in termini di durata e prestazioni. Oggi possiamo parlare di FULL LED, ovvero l'utilizzo del LED all'interno degli anabbaglianti e degli abbaglianti a completamento del pacchetto luci dell'autovettura. 


Ottime prestazioni e maggiore efficienza in termini di risparmio energetico, il che significa una riduzione nei consumi e nell'emissione di CO2. I fari LED regalano grandi vantaggi in termini di visibilità, raggiungendo un'illuminazione fino a 135metri di profondità e 55 metri di ampiezza. La durata di questi fari è di oltre 5.000 ore, superando di gran lunga i classici fari alogeni (solo 800 ore) e i più tecnologici fari allo Xenon, la cui durata si attesta attorno alle 2000 ore. 
 

Vantaggi del Led:
 
  • Durata di oltre 5.000 ore
  • Riduzione dei consumi
  • Immagini più luminose e colori più saturi
  • Temperatura colore: 5.550 °K (pari alla luce diurna)
  • Accensione/spegnimento istantaneo 
  • Maggiore sicurezza: 5 millisecondi per l'attivazione di uno stop a LED (contro i 150 millisecondi degli alogeni)
  • Possibilità di implementare il vecchio sistema alogeno o xenon con fari a LED


Meglio fari a LED o Xenon?
Cerchiamo di fare un po' di chiarezza
 
Meglio fari a LED o Xenon? I fari a LED stanno rivoluzionando il mondo dell’auto a partire dall’estetica. Anche after market: chi ha acquistato un’auto senza fari a LED, può comprarli e montarli a norma di legge, a partire da novembre 2013, il Ministero dei Trasporti ha autorizzato il montaggio di kit di luci a LED.  


Meglio montare un kit di fari xenon o a LED?
La differenza tra fari a LED e xenon è ormai minima. Bisogna considerare che nel montare un kit di fari allo xenon, la vettura necessiterà di un supporto esterno, cosa non necessaria per i fari a LED.


I fari a led di ultima generazione riescono a offrire un’illuminazione a ridosso dell’auto più potente rispetto ai più costosi fari xenon. La maggiore ampiezza dei fari a LED raggiunge i 55 metri regalando un ottimo vantaggio in termini di visibilità. I fari xenon, rispetto ai fari a LED hanno una profondità massima leggermente superiore, in ogni caso i fari a LED arrivano a illuminare a una profondità di 135 metri.


E’ vero che i fari meno costosi sono quelli alogeni ma se si confrontano le ore di operatività, si nota che i fari a LED offrono un certo vantaggio: gli impianti a LED per auto hanno prezzi accessibili ma ancora più alti dei tradizionali gruppi ottici alogeni. I fari a LED hanno una durata che supera le 5.000 ore, molti di più dei classici fari alogeni (solo 800 ore) e durano anche più a lungo dei fari allo xenon che si fermano a 2.000 ore.


I fari a led, al contrario dei fari xenon, non hanno bisogno di una centralina dedicata: sono alimentati a bassa tensione e garantiscono un consumo di carburante più basso. Se una lampada alogena consuma 40 W, un anabbagliante a LED ne assorbe solo 14. L’energia elettrica della vettura è prodotta dall’alternatore e, il minor assorbimento da parte di luci diurne, anabbaglianti e stop garantisce un minor consumo di carburante. Su 10.000 chilometri, con gruppi ottici a LED si arrivano a risparmiare circa 30 litri di carburante.


I vantaggi delle luci a LED coinvolgono anche la sicurezza, non solo per la migliore visibilità ma anche per scongiurare di subire tamponamenti. I led (in questo caso parliamo degli STOP), sono molto più pronti delle lampade alogene. Uno stop a LED si attiva in 5 millisecondi, un ottimo vantaggio se si considera che i classici stop impiegano 150 millisecondi per attivarsi.


Ciò significa che, se l’automobilista dietro di voi viaggia a 100 km/h e voi vi fermate di colpo, chi vi segue ha ben 5 metri di vantaggio per frenare rispetto a chi è preceduto da un’auto con stop tradizionali. Come accennato in premessa, i fari a LED rappresentano un’ottima rivoluzione in ambito estetico, così luci diurne, gruppi ottici e stop a LED possono diventare un’occasione per personalizzare l’auto.
 


Upgrade Angel Eyes BMW
Upgrade Plug&Play specifici per la tua BMW con Angel Eyes OEM alogeni.
 
Trasforma la luce gialla di serie in un potente anello bianco!